Primo piano

Disagi insostenibili per la stazione di Santa Palomba

Continuano ad essere insostenibili i disagi generati dalla grave situazione in cui versa la stazione di Santa Palomba. I lavoratori pendolari ed i viaggiatori costretti a percorrere quella tratta ferroviaria, da sempre super affollata e strutturalmente ...

Leggi tutto...

Un appello e una grande manifestazione per difendere il lavoro e la democrazia

“Uno schiaffo alla democrazia”, così la CGIL ha definito il decreto correttivo dei conti pubblici, la cosiddetta manovrina, che di fatto reintrodurrebbe i ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Disagi insostenibili per la stazione di Santa Palomba PDF Stampa E-mail

Continuano ad essere insostenibili i disagi generati dalla grave situazione in cui versa la stazione di Santa Palomba.

I lavoratori pendolari ed i viaggiatori costretti a percorrere quella tratta ferroviaria, da sempre super affollata e strutturalmente non adeguata alle necessità, chiedono da tempo un intervento al fine di alleviare i disagi che affrontano quotidianamente.

Oltre a rivendicare una maggiore efficienza nel servizio, la richiesta improcrastinabile riguarda un impegno serio degli enti locali nel dotare la stazione di Santa Palomba di un’area di parcheggio per autovetture di servizio per i viaggiatori pendolari. Ciò anche al fine di favorire l’uso della ferrovia per chi giornalmente deve recarsi nella capitale per lavoro e quindi di rendere possibile un alleggerimento del traffico sulle strade già superaffollate della zona, a cominciare dalla Pontina.

La Regione, la Città metropolitana, il Comune di Pomezia, ciascuna per la propria parte, deve dare risposte alle pressanti richieste che vengono formulate dai pendolari e dalle associazioni di tutela dei loro diritti.

La Cgil, in difesa dei diritti alla mobilità ed alla salute dei lavoratori, sostiene queste istanze, e chiede agli Enti che hanno ruolo su tale questione, di aprire un tavolo di confronto per giungere alle determinazioni necessarie alla risoluzione delle problematiche evidenziate.

 

 

Pomezia, 9/7/2017

CGIL

Segreteria della Camera del Lavoro di Roma Sud Pomezia Castelli

 

FILT

Segreteria Filt Roma Sud Pomezia Castelli

 
Un appello e una grande manifestazione per difendere il lavoro e la democrazia PDF Stampa E-mail

“Uno schiaffo alla democrazia”, così la CGIL ha definito il decreto correttivo dei conti pubblici, la cosiddetta manovrina, che di fatto reintrodurrebbe i voucher.

Leggi tutto...
 
CdLT: "Incendio Eco x di Pomezia, un vero e proprio distastro ambientale" PDF Stampa E-mail

La Camera del Lavoro Cgil di RomaSud Pomezia Castelli esprime grande preoccupazione e sgomento in relazione agli avvenimenti del 5/5/2017 nell'azienda Eco x di Pomezia. Si è di fronte ad un vero e proprio disastro ambientale di enormi proporzioni e che i cittadini ed i lavoratori di quella zona e del territorio circostante pagano e pagheranno nel corso del tempo.

Leggi tutto...
 
Martini, Segreteria CGIL Naz., sul nostro territorio sui temi dei Rferendum e Decreto su Voucher e appalti PDF Stampa E-mail

Nell'ambito della mobilitazione sui temi Referendari, il 28 marzo la CdLT ha organizzato una serie di iniziative sul territorio con la partecipazione di Franco Martini, Segreteria Nazionale della CGIL.
La mattina si è svolto un volantinaggio presso il mercato di Genzano sui temi del Referendum sul lavoro.
Nel pomeriggio la CGIL Roma Sud Pomezia Castelli, insieme a Martini, ha incontrato, nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro, gli studenti del Liceo Scientifico VAILATI di Genzano per parlare dei diritti del lavoro.
A seguire l'assemblea con i lavoratori
dell'azienda metalmeccanica SEMIKRON  di Pomezia, per illustrare e discutere il Decreto su Voucher e normativa sugli appalti.


GUARDA LA GALLERY

 

29/03/2017

 
Insieme per il diritto delle donne anziane di vivere e sognare PDF Stampa E-mail

Insieme per il diritto delle donne anziane di vivere e sognare

SPI e Funzione Pubblica CGIL per tutele, assistenza e dignità nelle case di riposo

29 marzo 2017 ore 10,00, Nemi - Ristorante Il Castagnone

Leggi tutto...
 
28/03 iniziative territoriali con Martini, Segreteria CGIL Nazionale, a sostegno dei temi referendari PDF Stampa E-mail

Prosecuzione la mobilitazione sui temi Referendari per la quale il 28 marzo è prevista la presenza nel nostro Territorio di Franco Martini (Segreteria Nazionale della CGIL).

Leggi tutto...
 
#Con2Sì. Sabato 4 marzo volantinaggi davanti ai cinema del territorio PDF Stampa E-mail

La campagna referendaria parte operativamente nel Lazio sabato 4 marzo con dei volantinaggi a tema davanti cinema e teatri di Roma e di tutta la Regione, per sostenere i Sì ai due quesiti referendari per abolire i voucher e per reintrodurre la responsabilità solidale negli appalti.

Leggi tutto...
 
Eletta la nuova Segreteria della CdLT PDF Stampa E-mail

Il 28 febbraio 2017 si è riunita l'Assemblea Generale della CGIL Roma Sud Pomezia Castelli per eleggere la nuova Segreteria territoriale. Insieme a Silvia Ioli, Segretaria Generale, e a Valter Conte, entrano in segreteria Claudia Bella e Marco Capparelli

 

 
La CdLT in campo per “tutta un’altra Italia” con la campagna sui referendum popolari per il lavoro PDF Stampa E-mail

Oggi, con un attivo di quadri, delegati e leghe SPI, la CGIL Roma Sud Pomezia Castelli ha avviato la mobilitazione sul territorio a favore dei due referendum popolari promossi dalla CGIL su Voucher e Appalti. In attesa che venga decisa la data del voto la CGIL ha infatti lanciato la campagna “Con2Sì”, un impegno senza precedenti che ha l’obiettivo di ridare dignità al lavoro e, con la vittoria dei referendum, conferire maggiore forza alla Carta Universale dei Diritti, la proposta di Legge presentata in Parlamento, che vuole cambiare il Paese a partire proprio da lavoro e diritti.

Leggi tutto...
 
FLAI: alla Fiorucci di Pomezia avviata procedura di licenziamento collettivo per 106 addetti PDF Stampa E-mail

La Segreteria Territoriale della Fai Cgil Roma Sud Pomezia Castelli rende noto che la Cesare Fiorucci Spa, lo storico salumificio di Pomezia acquisito nel 2011 dalla multinazionale Campofrio Group, ha avviato una procedura di licenziamento collettivo (L.223/91) per 106 addetti su 497.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 19